News

Sabato 18 Maggio ore 18.00

Chiostro Santa Marta - Bergamo

"Ensemble di Corni del Conservatorio G. Donizetti"


Martedì 04 Dicembre 2018 - ore 21.30

"Al Tagliere" - Alzano/Nese (Bg) 

Zadro - Gamba - Bongiovanni Trio

 


Domenica 1 Luglio 2018 - ore 17

Chiostro Santa Marta - Bergamo

ECHI DEL SACRO

Gianluigi Trovesi Ensemble


Sabato 16 Giugno 2018 - ore 22.30

Fabrizio Garofoli Trio

"Arie di Donizetti"


Giovedì 7 Giugno 2018 - ore 21.30

Bevero Jazz Club - Bergamo


Concerto

Venerdì 18.05.18

Après-Coup - Milano

"Something About Gershwin"


Concerto

Domenica 13.05.18 ore 10.30

Chiostro Centro Civico Culturale

Treviglio (Bg)

Leg'gio 4th


Domenica 15.04.18

Sala Piatti Città Alta Bg

"Concerto per Nilla"


Lunedì 18.12.17 Palacreberg (Bg) ore 20.45

Concerto di Natale


Giovedì 14.12.17 ore 11

Aula Pignolo 11

Università degli Studi di Bergamo


Mercoledì 13.12.17 ore 20.45 

Chiesa Parrocchiale S.Alessandro Martire - Paladina (Bg)


Concerto organizzato nell'ambito della giornata internazionale per l'eliminazione

della violenza contro le donne

 

"MY FAVORITE THINGS"

 

 

Mercoledì 22 novembre 2017 - ore 20.45

presso Teatro PalaCreberg

IL PROGRAMMA

 

“My favorite things” non è solo il titolo di uno dei brani proposti, ma anche un modo di essere, sempre carico di entusiasmo e positività.
Tante le donne sul palcoscenico, due le protagoniste che si alternano sulla scena: ognuna con la propria voce, ognuna esprimendo la generosa arte del femminile.
Un momento musicale leggero e accattivante, con brani italiani e internazionali, tratti dal repertorio lirico, pop e jazz, reinterpretati con sapienza in un’escalation di emozioni.
Un percorso narrativo che accosta il vecchio al nuovo, che reinterpreta in chiave moderna il glorioso passato, che cala nel contemporaneo il valore della storia.
Una serata dal gesto musicale saldo ed elegante, con un tocco di elettronica per meglio esprimere lo spirito dei tempi.

 

I MUSICISTI

 

 

Silvia Lorenzi
Gabriella Mazza
Fabio Brignoli
Paolo Manzolini
Giovanni Colombo
Marco Gamba
Stefano Bertoli
Fabio Alberti 
Gli Harmonici 

Soprano
Vocalist
Tromba e Flicorno
Chitarre e Elettronica
Pianoforte e Tastiere
Basso e Contrabbasso
Batteria e Percussioni
Direttore de Gli Harmonici
Coro femminile

 

 

 

L'ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria.

Verrà richiesta una libera donazione a favore dell'Associazione Aiuto Donna da effettuare direttamente la sera del Concerto.

 

 

COME RICHIEDERE I BIGLIETTI

 

Inviare una mail all’indirizzo info@prolocobergamo.it indicando il n. di posti, nome, cognome e un recapito telefonico.
I biglietti verranno garantiti fino ad esaurimento posti e potranno essere ritirati presso Proloco Bergamo in Via Zelasco, 1 a Bergamo a partire da mercoledì 15/11 fino a venerdì 17/11 dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00.

 

 

 


Presentazione @ "JAZZMI"

06.11.17 ore 18.30

Anteo Palazzo del Cinema - Milano

 

http://www.jazzmi.it/it/programma/530/body-sound


Concerto 

Gabriella Mazza Marco Gamba Duo

"Something About Gershwin"

Martedì 17.10.17

al Tagliere di Nese (Bg) ore 21.30


Concerto 

Leg'gio 4tet

Giovedì 05.10.17

al Tagliere di Nese (Bg) ore 21.30


26.09.2017 - Primo album della cantante bresciana Carolina Faroni dal titolo "Chilhood" auto prodotto al quale ho partecipato come bassista.

 

Link di ascolto

https://open.spotify.com/album/2oZUyMfSW3yLXAESxmOJS5


Corso di Basso elettrico e Contrabbasso Jazz

Conservatorio di Bergamo 2017/2018


Concerto

15.08.17 ore 16.00

Santuario Madonna dello Zuccarello - Nembro (Bg)

con Gianluigi Trovesi e Quartetto d'Archi Orchestra Salmeggia


Presentazione Cd

"Something About Gershwin"

21 Aprile 2017 - ore 21.00

CineTeatro Gavazzeni

Via Marconi, 40

Seriate (Bg)


New Cd

"Something About Gershwin"

in duo con Gabriella Mazza

musiche di George Gershwin

USCITA 21 APRILE 2017

per la Trj Records

All arrangements by Marco Gamba

except "Summertime" by Gabriella Mazza

 

Dopo diverse esperienze che li vedono collaborare all’interno di varie formazioni, Gabriella Mazza e Marco Gamba costituiscono nel 2006 il duo “a…Bassavoce”. Il duo nasce dalla grande e comune passione dei due musicisti per la musica jazz, ed in particolare a grandi compositori come Miles Davis, Charlie Parker, John Coltrane, Duke Ellington…. In quest’ambito che i due musicisti decidono di sperimentare il particolare abbinamento acustico “basso e voce”, per esplorare le grandi risorse timbriche di un basso elettrico di grande spessore ed energia e di una voce calda ed espressiva, in grado di interpretare i materiali musicali più diversi. È a partire da questa esperienza che nasce – nel 2016 - il progetto “SOMETHING ABOUT GERSHWIN", nel quale i due propongono una rilettura dei brani più classici del compositore americano, permeati di sonorità modali e blues, e resi particolari nell'interpretazione dal fondersi dei due strumenti, uniti in un accostamento inusuale quanto particolare, e dall’utilizzo di materiale elettronico (sequenze campionate di suoni). Gli arrangiamenti sono pertanto originali e vogliono rappresentare un omaggio al più classico degli autori del '900, dove l'improvvisazione incontra l'opera e gli standard si offrono all'ascolto talora quali vere e proprie "romanze classiche", talora invece in una nuova veste contemporanea. Il duo Mazza-Gamba è protagonista- proprio con l’interpretazione di un brano di George Gershwin- di uno dei cortometraggi che costituiscono il docufilm “BODY & SOUND”, opera del regista e musicista Alberto Nacci intesa ad indagare il rapporto fra il musicista e il proprio strumento, presentato recentemente a Bergamo e già vincitore di numerosi premi a livello cinematografico internazionale. Il duo ha recentemente registrato il cd “SOMETHING ABOUT GERSHWIN”, che propone l’intero progetto, e che è stato pubblicato nel 2017, cioè nell’ottantesimo anniversario della morte del grande compositore, a testimonianza che l’eredità di George Gershwin è a tutt’oggi preziosa e continua a fornire spunti per nuove realtà musicali. 


New SoundClound Page

https://soundcloud.com/marcogamba


Jazz Stories

Corso di Jazz  al Conservatorio di Bergamo

Contrabbasso, Basso Elettrico e Musica d'Insieme


E' uscito a Dicembre 2014 il nuovo cd di Paola Luffarelli Vocaland Ensemble "Nothing To Lose" per label Ultra Sound al quale ho partecipato sia come strumentista che come compositore.


Lunedì 24 Novembre 2014

Presentazione Videoclip

"Body and Sound" di A. Nacci

al CDpM di Bergamo ore 20.00


E' uscito per i Saggi/Feltrinelli il "Dizionario del Jazz Italiano" di Flavio Caprera, dove vengo menzionato come contrabbassista, bassista, compositore e arrangiatore


New Cd  

Marco Gamba Quintet "Secret World" 

Sergio Orlandi: Trumpet

Max Pizio: Tenor Sax

Francesco Pinetti: Vibraphone

Marco Gamba: Double Bass

Marco Zanoli: Drums

 

All compositions and arrangements by Marco Gamba

www.trjrecords.it/it/album/23/secret-world.html

 

“SECRET WORLD”, recente progetto discografico di Marco Gamba in qualità di leader e compositore, nasce da una profonda riflessione sugli avvenimenti del presente o del passato recente. E proprio dalla complessità del reale, dalle sue evidenti contraddizioni e dall'attenzione verso le tematiche sociali attinge la musica  presentata dal quintetto, che trasforma  ogni evento, ogni  luogo della memoria, del vissuto personale e collettivo in puro elemento di ispirazione musicale ed artistica.

La proposta musicale alterna molteplici  e  variegate influenze: dal modern jazz a reminiscenze di hard –bop, da  personali ed intriganti  riletture di pagine coltraniane a coloriti echi  di world-music.

Il quintetto propone brani in cui si evidenziano umori e tendenze diverse: la tensione  e l’intenso sound metropolitano, il sapore quasi "futurista", la polirtmia e l'irregolarità ritmica, l'accattivante miscela di sonorità orientali, l'intensità lirica.

Secret World valorizza la contraddizione, l'alternanza il contrasto timbrico, l'imperfezione come aspetti in cui si realizza la complessità del percorso creativo.

Trasversale, multiculturale, polimorfo, ambiguo, relativista, globalizzante: quante volte in questo periodo ci capita di ascoltare queste parole?

La lingua che parliamo è diventata un esperanto di codici e fonemi di molteplice provenienza.

Quello che vediamo, gustiamo e ascoltiamo oggi è sempre più spesso sintesi oppure sapiente assemblaggio se non casuale abbinamento di colori, odori sapori diversi.

Ecco, tra le vostre mani non avete niente del genere ma semplicemente del buon jazz perfettamente calato nella sua contemporaneità, vivo, creativo e mai manierista e che ha nel suo DNA d’origine la capacità di assimilare e sintetizzare culture diverse. 

Marco Gamba, che ha scritto la musica di questo cd, fa sua la ricerca della complessità ritmica, elemento centrale del progetto, coniugandola con le peninsulari radici melodiche ed un’accurata organizzazione formale.

I musicisti agiscono con decisione dialogando ed improvvisando all'interno di composizioni ben congegnate e riccamente arrangiate, sostenuti da una ritmica potente e sensibile allo stesso tempo composta dal leader  Marco Gamba al contrabbasso, dal fondamentale Marco Zanoli alla batteria e da un brillante Francesco Pinetti che regala un decisivo colore alla musica con l’impronta sonora del suo vibrafono.

La front line è composta da Sergio Orlandi che mette in mostra un linguaggio maturo, equilibrato e potente e il sorprendente Max Pizio, un giovane tenorista dotato di straordinaria tecnica, agilità ritmica ed espressività, elementi difficilmente coniugabili.

Come si diceva semplicemente jazz ma quanta complessità, conoscenza e coraggio esige la “semplicità”!

 Tino Tracanna


E' uscito a settembre 2010 il nuovo cd "Remembering Nino Rota"

in duo con il trombettista Sergio Orlandi.

 

Marco Gamba: Double Bass

Sergio Orlandi: Trumpet

 

All arrangements by Marco Gamba

 

Tra le tante produzioni che nel corso degli anni il mondo del jazz ha dedicato a Nino Rota, questa ha la qualità di entrare in punta di piedi in quel peculiare universo espressivo profumato di musica da strada, di echi del circo, ma al tempo stesso pensato da un musicista colto e padrone delle più raffinate tecniche di scrittura. Forte come idea quanto fragile sul piano poetico, la musica di Nino Rota, che tanto ha contribuito al successo, anzi: alla caratterizzazione di film entrati nella storia del cinema (e non solo di Fellini), ha la delicatezza di un vetro di Murano. Basta un nulla e va in mille pezzi,  perde la sua identità,  il senso che la anima; soprattutto, la magniloquenza di sonorità eccessivamente ricercate, un rapporto di tipo intellettuale con le pagine originali, l’apertura a processi improvvisativi troppo ampi mandano in frantumi l’armonia di un pensiero immediatamente riconoscibile, ma fatto di piccole cose. Proprio ad esse hanno guardato i due protagonisti di questo album, entrati in punta di piedi nel sancta sanctorum di Rota, ma al tempo stesso capaci di rendersi riconoscibili, di mantenere la propria identità musicale. Il loro è un dialogo a mezza voce, che sfrutta le qualità di due strumenti ideali per affrontare repertori di questo tipo. La tromba evoca immediatamente gli aspetti popolari, la fanfara, le suggestioni della musica all’aperto; il contrabbasso disegna le trame in maniera sottile, mai invadente, tenendo le fila del discorso, ponendosi come struttura portante della musica. Niente frastuono, nessun grido, improvvisazioni che rispettano il climax delle melodie senza soffocare la fantasia sono alla base del rigore poetico di questo progetto, ideato inizialmente da un contrabbassista esperto e sensibile come Marco Gamba e subito sposato da Sergio Orlandi, trombettista che già in altre occasioni ha dimostrato di saper entrare nel mondo espressivo di altri musicisti trasformandolo con rispetto, evitando di snaturarlo pur senza annullare la propria personalità artistica.

Maurizio Franco